avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK | Per +INFO

VOTAMI

classifiche

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

03 feb 2015

Letteratura slovena :da Slomšek a Jurčič


Con Prešeren incomincia l'era d'oro della letteratura slovena,la quale conta molti grandi poeti e scrittori,fra  cui i più importanti sono:Anton Martin Slomšek (1800-1862),vescovo di Maribor,autore di scritti prevalentemente educativi.La sua prosa è esemplare.A lui se deve la fondazione della Družba svetega Mohorja (Società di Sant' Ermacora) che ancora oggi diffonde fra il popolo sloveno opere letterarie,scientifiche,di storia e cultura in generale .Grazie a questa società benemerita il popolo sloveno potè essere elevato fra i più progrediti e civili dell'Austria.Nel 1999 è stato beatificato da Papa Giovanni II.

Molto vi giovò anche l'opera dello scrittore Anton Janežič (1828-1869),cultore della lingua scritta e autore di un'ottima grammatica.



Ottimo scrittore di novelle e noto per le sue Bajke in povesti o Gorjancih (leggende e fiabe intorno agli abitanti di Gorjanci) fu Janez Trdina (1830-1914),insegnante di storia e geografia.

Lo superò Fran Levstik (1831-1887),insegnante privato e giornalista.Oltre che scrittore e poeta fu anche eccellete critico.La sua lingua ed il suo stile sono classici.Famosa la sua novella popolare Martin Krpan.E' la storia contadino Martin Krpan ,contrabbandiere di sale,molto forzuto che riuscì ad uccidere il gigante Brdavs e a liberare Vienna.L'imperatore gli promise in moglie la figlia e così fu.La popoloziane viennese lo ricopriva di regali,ma lui volle solo il permesso di poter contrabbandare il sale da Trieste.


   Altro eccellente scrittore fu  Fran Erjavec (1834-1887) che descrive meravigliosamente la natura.Famosi i suoi racconti Mravlja (la formica) e Ni vse zlato kar se sveti (Non è tutto oro ciò che luccica).

Invece Simon Jenko (1835-1869) esprime magistralmente i sentimenti intimi dell'anima.Il suo stile è chiaro,limpido,piacevole.Le caratteristiche delle sue poesie è data dalla sincerità di sentimenti e dalla leggera intonazione alla malinconia,nonchè dall'eleganza di forma.

Con Josip Stritar (1836-1923) ebbe inizio una nuova era nella letteratura slovena.Uomo di larghe vedute,colto,conoscitore di molte lingue e letterature moderne,lo Stritar cercò di modernizzare la poesia slovena ed ebbe grandissimo influsso sui suoi coetanei.E' famoso anche come educatore e autore di molti scritti perla gioventù.Egli introdusse la critica estetica.

Il primo grande romanziere sloveno è Josip Jurčič (1844-1881) ,poeta e giornalista.Le sue opere in prosa,novelle e romanzi(fra cui primeggia il suo capolavoro Deseti brat / Il decimo figlio) sono molto lette e diffuse fra il popolo sloveno,in esse il poeta descrive magistralmente la vita rurale e della piccola borghesia.

 immagini dal web
fonte del testo: Grammatica della lingua slovena di Nemec Lucchesi- 3 ed. del 1947
licenza Creative Commons

                                               

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *

net parade