visitatori totali

saluti

saluti
lingue parlate in fvg

08 ott 2015

Poesia di Kosovel

Veno Pilon:Sv.Križ v Vipavski dolini,1939
Oktober
Mokri vrtovi bleščijo
v zlatu večernem. Temnijo
že skednji rjavi, s slamo kriti.
Deževne kapljice šumijo
v vetru večernem na tla.
Tiho, žalostno je sredi srca.

Sadovi pobrani, latniki prazni,
v njih še zadnje listje gori,
lastovke so raz stolpove odletele,
v temni daljavi še ptič se glasi.

Vse je tiho, vse umira
v zlato melanholijo večera.
Polje temní, v srcu tesnó
se odraža zeleno nebo.
Srečko Kosovel

Ottobre
Di roridi orti scintille
fra l'oro del vespro. S'offuscan
le brune cascine dai tetti in paglia .
Scrosci di gocce di pioggia
nel vento del vespro.
Muta tristezza nel cuore.

Colta la frutta ,la pergola si spoglia
avvampa dell'ultime foglie,
ambite le torri,lo stormo s'invola,
lontano nel buio gorgheggia un uccello.


Tutto tace,tutto muore
nell'aurea melancolia del vespro.
S'offusca la campagna,angusto nel cuore
si specchia il verde del cielo.

Traduzione italiana di Ravel Kodrič tratto da https://lacasadicartapapirnatahisa.wordpress.com/2015/10/05/srecko-kosovel-oktober-ottobre/

1 commento:


Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito. *Olgica *